CONFINDUSTRIA Avellino CF 80004630648 tel 0825-785511

  • Decrease font size
  • Default font size
  • Increase font size
  • default color
  • red color
  • green color
Messaggio
  • Informativa utilizzo cookies

    Questo sito fa uso di cookie, i cookie consentono una gamma di funzionalita' che migliorano la tua fruizione del sito. Utilizzando il sito, si accetta l'uso dei cookie conformemente alle nostre linee guida.

    visualizza l'informativa completa

NUOVA DISCIPLINA DELLE PRESTAZIONI OCCASIONALI- ART. 54 BIS LEGGE 21 GIUGNO 2017 N. 96 PDF Stampa E-mail
Martedì 04 Luglio 2017 16:28

Prot. n. I/        /17
Avellino, 4 luglio 2017

OGGETTO:NUOVA DISCIPLINA DELLE PRESTAZIONI OCCASIONALI- ART. 54 BIS LEGGE 21 GIUGNO 2017 N. 96 

Nella Legge di conversione del D.L. n. 50/2017 (cosiddetta “manovra correttiva”) insieme ad una serie di disposizioni in materia finanziaria, è stato inserito l’art. 54 bis che ha disciplinato il lavoro occasionale dopo l’abrogazione dei voucher.

La nuova normativa individua le caratteristiche delle prestazioni occasionali facendo una netta distinzione: se l’utilizzatore è una persona fisica  dovrà avvalersi del “Libretto Famiglia”  se è una impresa o un professionista dovrà avvalersi di un contratto di prestazione occasionale, in acronimo PrestO.
Non possono ricorrere al lavoro occasionale le imprese che hanno alle proprie dipendenze più di cinque dipendenti a tempo indeterminato; le imprese del settore agricolo( tranne che per le attività lavorative rese da soggetti con particolari requisiti previsti dal comma 8 del medesimo articolo), le imprese dell’edilizia e di settori affini, le imprese esercenti attività di escavazione o lavorazione di materiale lapideo, le imprese del settore miniere, cave e torbiere, nonché nell’ambito di  appalti di opere o servizi.
I limiti per le prestazioni occasionali sono:
per ciascun prestatore il compenso  per anno non deve essere superiore ai 5.000,00 euro riferito alla totalità degli utilizzatori;
lo stesso limite vale per l’utilizzatore nei riguardi di più prestatori;
per le prestazioni con lo stesso utilizzatore il compenso non deve essere superiore ad un importo di 2.500.00 euro.
Per accedere al lavoro occasione  gli utilizzatori ed i prestatori dovranno collegarsi (registrandosi) con una apposita piattaforma dell’INPS che, come annunciato, dovrebbe partire dal 10 luglio p.v.
Almeno un’ora prima della prestazione l’utilizzatore è tenuto a trasmettere attraverso la piattaforma informatica dell’INPS la comunicazione preventiva  con indicazione dei dati dei prestatore, del luogo di svolgimento della prestazione, l’oggetto della stessa, la data l’ora di inizio e di fine della prestazione che non può essere inferiore a quattro ore continuative nell’arco della giornata con il relativo compenso non inferiore a 36 euro.
Per quanto riguarda il “ Libretto Famiglia” i privati potranno acquistare attraverso la piattaforma informatica INPS o presso gli Uffici postali un libretto nominativo prefinanziato per il pagamento di piccoli lavori domestici, lavori di giardinaggio, pulizia e manutenzione, assistenza domiciliare di bambini, anziani o disabili, insegnamento privato supplementare.
Ciascun libretto contiene titoli di pagamento del valore di 10 euro utilizzabili per compensare prestazioni di durata non superiore ad una ora.
Anche in questo caso dovranno essere fornite una serie di informazioni attraverso la piattaforma INPS.
In tutte e due le fattispecie di lavoro occasionale sarà l’INPS a provvedere al pagamento del compenso al prestatore entro il 15 del mese successivo ed all’accredito dei relativi contributi.
Alleghiamo il testo dell’articolo in questione riservandoci di ritornare sull’argomento appena saranno diramate le relative istruzioni da parte dell’INPS.
Distinti saluti.

Attachments:
FileDescrizioneUploaderFile size
Download this file (54bis.pdf)54bis.pdf Administrator168 Kb